Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello

Contro i ladri di speranza

Come la Chiesa resiste alle mafie

Pubblicazione:  13 febbraio 2017
Edizione:  1
Pagine:  72
Collana:  P9 Lampi
Confezione:  e-book
 EPUB  - Filigrana digitale
EAN:  9788810962695 9788810962695
Descrizione
«Serve un nuovo umanesimo mediterraneo alternativo alla disumanità mafiosa».Dopo un lungo silenzio, alimentato da un sentimento di antistatalismo e da un ambiguo cristianesimo municipale impastoiato nelle parentele, la Chiesa ha iniziato ad affrontare il problema delle mafie solo negli anni delle stragi e degli omicidi eccellenti, come quelli di don Pino Puglisi, don Peppe Diana e Rosario Livatino. Tuttavia, il modo in cui l’ha fatto è stato condizionato dalla retorica «sicilianistica» e dall’appiattimento sul linguaggio tecnico dei magistrati, dei funzionari di Polizia e dei giornalisti. Ciò che è mancato è stato un lessico specifico, ricco delle parole del vangelo e della tradizione cristiana. E per questo, alla fine, il discorso è suonato più descrittivo che profetico.
Sommario
I. Un problema ecclesiale.  II. Un magistero itinerante.  III. La necessità di un linguaggio peculiare.  IV. Un nuovo umanesimo mediterraneo.  V. La paradossale resistenza cristiana.
Note sull'autore
Massimo Naro è docente di Teologia sistematica nella Pontificia facoltà teologica di Sicilia (Palermo) e collabora a Ho Theológos, Filosofia e Teologia, Aisthema International Journal, Ricerche Teologiche, Laurentianum, Studium, Segno, Presbyteri, Rivista del Clero Italiano. Si occupa di tematiche connesse al rapporto fra la teologia e la spiritualità cristiana, la letteratura, l’arte, le religioni. Tra le sue pubblicazioni recenti: Sorprendersi dell’uomo. Domande radicali ed ermeneutica cristiana della letteratura (Cittadella 2012), La teologia delle religioni oltre l’istanza apologetica (Città Nuova 2013), Mi metto la mano sulla bocca. Echi sapienziali nella letteratura italiana contemporanea (Città Nuova 2014), Mario Sturzo educatore (Sciascia 2015).