Prezzi Lorenzo
2018/7, p. 1
I vescovi si sono confrontati su due temi maggiori: la nuova condizione politica e istituzionale nel paese e l’emergere prepotente della società informazionale, non solo caratterizzata ma «costituita» dalla comunicazione digitale.
Cabra Piergiordano
2018/7, p. 4
Per papa Francesco la santità è la poesia del quotidiano, ciò che rende bella, accettabile e gioiosa la vita di ogni giorno. Con i tempi che corrono ci vuole coraggio ad affermarlo.
Terenzi Vittoria
2018/7, p. 5
Il Convegno si è articolato in tempi di confronto: un dialogo che, partendo dalla chiamata comune alla santità e dalla medesima consacrazione battesimale, ha consentito di condividere riflessioni ed esperienze sui temi della consacrazione, del carisma, della fraternità e della missione.
Arrighini Angelo
2018/7, p. 7
«Apartire dagli anni ottanta, scrive Enzo Bianchi su “Vita Pastorale” (giugno 2018), la vita religiosa e la vita monastica sono entrate in un “cono d’ombra”».Diciamo la verità, l’anno (di “14” mesi) della VC (dal 30 nov. 2014 al 2 febb. 2016), è passato senza colpo ferire e senza alcuna incidenza sul vissuto quotidiano delle comunità religiose.
Rocchetti Daniele
2018/7, p. 8
A un anno e mezzo dalla sua elezione a preposito generale della Compagnia di Gesù, p. Sosa guarda con realismo e speranza alla testimonianza di fede dei suoi fratelli.
Boni Elena
2018/7, p. 11
Il 16 giugno l’Università di Bologna ha conferito al card. Gianfranco Ravasi la laurea honoris causa in Filologia, letteratura e tradizione classica. È un evento che rappresenta uno degli avvenimenti più solenni nella vita di un’Università.
Mattè Marcello Strazzari Francesco
2018/7, p. 12
Nel Paese è ancora in atto una guerra aperta nel fianco dell’Europa della quale l’Europa non parla. Tutti hanno dimenticato, tranne papa Francesco, mentre rimane aperta la divisione sul piano religioso.
Spendie Madeleine
2018/7, p. 15
Priora e maestra delle novizie, da 30 anni vive in monastero e nonostante siano sempre più numerosi i monasteri che chiudono, Eva-Maria Kreimeyer crede fermamente al futuro del suo Ordine.
Rosati Domenico
2018/7, p. 17
C’è una notizia buona: abbiamo un governo. Un governo politico, espressione delle forze che hanno primeggiato nelle elezioni del 4 marzo. Ci sono voluti tre mesi per farlo nascere e, in essi, uno straordinario esercizio di paziente iniziativa del Presidente della Repubblica.
Blangiardo Gian Carlo
2018/7, p. 18
Un calo di 105 mila abitanti, associato a 15 mila nati in meno e a 34 mila morti in più danno subito l’idea di un bilancio demografico che dovrebbe avere tutti i caratteri della eccezionalità. Se non fosse che è ormai il “normale” resoconto per una popolazione come è quella italiana del nostro tempo. I dati che Istat via via ci propone – così come ha puntualmente fatto con il recente bilancio demografico del 2017 – ci stanno abituando a uno stato d’animo che va dalla disperazione alla rassegnazione.
La Mela Maria Cecilia
2018/7, p. 21
Le fraternità degli oblati benedettini secolari sono, oggi più che mai, una incisiva testimonianza di quel primato di Cristo sul quale è incentrata la Regola di san Benedetto e, di conseguenza, la vita dei monaci e di quanti trovano in essa una proposta valida e radicale di vita cristiana.
Gellini Anna Maria
2018/7, p. 23
Gellini Anna Maria
2018/7, p. 25
Chiaro Mario
2018/7, p. 28
Tra le violazioni più clamorose sono segnalate: uccisioni e mutilazioni, reclutamento forzato nei gruppi e nelle forze armate, violenze sessuali, rapimenti e sequestri di minori. Sempre più frequenti anche gli attacchi in scuole e ospedali e infine la negazione dell’accesso umanitario.
Zamagni Stefano
2018/7, p. 31
Un recente documento sulle questioni economiche e monetarie di due dicasteri romani rinnova l’attenzione al peso della finanza nell’economia globalizzata.
Prezzi Lorenzo
2018/7, p. 34
Intervista al card. Lorenzo Baldisseri, segretario generale del sinodo. I contenuti dell’Instrumentum laboris (16 giugno; cf. presentazione a p. 45). La generazione incredula e la Chiesa futura.
Dall'Osto Antonio
2018/7, p. 37
Cina, Filippine, Russia
Rigobello Carmelo Strazzari Francesco
2018/7, p. 39
Il pensiero umano da sempre è guidato fondamentalmente da due immensi, infiniti pianeti: uno è la fede in un Assoluto, principio e fine della creazione, l’altro è la scienza che spinge la ragione a cercare le risposte agli innumerevoli «perché» del vivere, da quello geologico, al biologico e all’umano.
Dall'Osto Antonio
2018/7, p. 40
Un’interessante panoramica sulla fede e la pratica religiosa dei giovani nei paesi europei. Occorre prendere sul serio il realismo delle cifre.
Prezzi Lorenzo
2018/7, p. 45
Il 19 giugno è uscito l’Instrumentum laboris (IL) del sinodo sui giovani. L’appuntamento assembleare del prossimo autunno (3-28 ottobre) porta il titolo: I giovani, la fede e il discernimento vocazionale (cf. intervista al card. Baldisseri, p. 34). Sull’onda del doppio sinodo sulla famiglia, concluso con la post-sinodale Amoris laetitia, la segreteria del sinodo ha sollecitato un ampio coinvolgimento. Ben oltre i tradizionali interlocutori.
Chiaro Mario
2018/7, p. 46
Grègoire Ahongbonon, un africano del Benin di sessantacinque anni, senza alcuna preparazione medica e psichiatrica, da oltre venticinque anni si occupa proprio di malati mentali con realizzazioni ispirate alla loro liberazione da ogni tipo di violenza (in Benin, Burkina Faso, Costa d’Avorio e Togo). Un recente volume, a cura di Rodolfo Casadei (Grègoire. Quando la fede spezza le catene, EMI), ci fa conoscere come si possa esprimere, in condizioni di vita molto difficili, una psichiatria fondata sulla relazione e sull’ascolto.
Gellini Anna Maria
2018/7, p. 47
L’A. propone questo testo con l’intento di essere d’aiuto a chi vuole ricominciare il cammino di fede. Partendo dall’esperienza che si sta vivendo, ognuno può trovare spunti per ripartire. Le motivazioni per ripartire sono molteplici, ma essenzialmente esistenziali
Presentazione

Negli anni recenti abbiamo sentito spesso ripetere l’invito: «Vita consacrata, alzati!». Dopo l’Anno ad essa dedicato e il dono dell’Anno giubilare della misericordia, i consacrati si mettono ora in cammino con rinnovata fiducia. E lo fanno, a cinquant’anni dal Concilio, in una «Chiesa in uscita» che invita ad andare al largo, verso le periferie, là dove da sempre hanno stabilito la loro presenza privilegiata, con tutta la ricchezza dei loro carismi. È giunto il tempo di ripartire, di vivere il presente con nuova passione e di guardare al futuro con rinata speranza, nonostante le crisi e le difficoltà. Con l’amicizia e il sostegno dei lettori, su cui da sempre fa affidamento, la storica rivista Testimoni si propone di accompagnare questo cammino, mettendo al cuore del suo programma le note attese di papa Francesco, e di essere un piccolo efficace strumento per aiutare a leggere i segni dei tempi, a discernere ciò che oggi lo Spirito ci dice e a versare «vino nuovo in otri nuovi».

Chi siamo

Direttore responsabile
p. Lorenzo Prezzi scj Tel. 051.39.41.305

Co-direttore
p. Antonio Dall'Osto scj Tel. 051.39.41.316

Redazione
p. Marcello Matté scj
p. Enzo Brena scj
Mario Chiaro
sr. Anna Maria Gellini
sr. Francesca Balocco

Contatti

Per inoltrare le tue richieste alla redazione scrivi a:
testimoni@dehoniane.it

Ufficio abbonamenti
Via Scipione dal Ferro, 4
40138 Bologna BO
Tel. +39 051 3941255
Fax +39 051 3941299
ufficio.abbonamenti@dehoniane.it
telefonare dal lunedì al venerdì: dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Credits

Centro editoriale dehoniano
via Scipione Dal Ferro 4 – 40138 Bologna
Tel. 051 3941255 Fax 051.3941299