Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello
Prezzi Lorenzo
2017/2, p. 1
L’impressione complessiva è di un documento in parte aggiornato e in parte volto al passato. Pregevole il richiamo alla maturità umana come attenzione continua nel processo formativo, o ancora alla formazione spirituale e intellettuale. Tuttavia, è ancora il seminario posttridentino a fare da riferimento.
Cabra Piergiordano
2017/2, p. 4
“In principio Dio creò il cielo” (Gen 1,1). Ci pensava da tempo, quando ancora non esisteva il tempo. Ci pensava, guardando perplesso quegli spazi vuoti, quando ancora non esisteva lo spazio né il vuoto. Pensava tra Sé e Sé, quasi in un consiglio di famiglia: “Se pensiamo ad allargare la famiglia, facendo l’uomo a nostra immagine e somiglianza, occorre fare le cose in grande, preparare un habitat maestoso e solenne, degno di Noi e del destino di quelli che potrebbero essere i futuri figli”. Quando decise di mettere su casa, per la sua futura famiglia, nacqui io, il cielo.
Dall'Osto Antonio
2017/2, p. 5
Di anno in anno aumenta il numero degli operatori pastorali uccisi in varie parti del mondo. Ma ad essi va aggiunta la lunga lista di tanti, di cui forse non si avrà mai notizia o di cui non si conoscerà neppure il nome e che in ogni angolo della terra soffrono e pagano con la vita la loro fede in Cristo.
Gellini Anna Maria
2017/2, p. 7
Prezzi Lorenzo
2017/2, p. 8
Tutti i Rapporti e le rilevazioni sono concordi: la persecuzione soprattutto contro il cristianesimo ha raggiunto ormai livelli mai conosciuti. In numerosi paesi in particolare dell’Africa e dell’Asia, c’è un piano che mira a estirpare il cristianesimo dove da sempre era radicato, con metodi spesso di violenza inaudita.
Tosolini Tiziano
2017/2, p. 11
Lo scorso 30 novembre, in occasione dell’anteprima in Vaticano del suo ultimo film, Silence, il regista Martin Scorsese ha incontrato papa Francesco. Il film, uscito nelle sale italiane il 12 gennaio, è tratto dall’omonimo romanzo di Shu¯ saku Endo¯ (1966), ed è ambientato nel Giappone degli shogun Tokugawa e delle loro durissime persecuzioni contro i convertiti alla fede cristiana. Tiziano Tosolini – direttore del Centro studi asiatici dei missionari saveriani a Osaka – ha recentemente pubblicato con le EDB un volume dedicato al romanzo di Endo¯ e alla persecuzione dei missionari in Giappone.
Ferrari Gabriele
2017/2, p. 12
Se i missionari non vogliono ridursi ad essere delle forze genericamente pastorali, dovranno urgentemente fare delle nuove scelte in linea con la genuina missione ad gentes, altrimenti cadranno nell’insignificanza di una pastorale generica e si condanneranno a scomparire. Cosa abbandonare e cosa promuovere.
Ferrari Gabriele
2017/2, p. 14
Le elezioni politiche che si sono svolte in Africa nel 2016 meritano di essere prese in considerazione, anche dal punto di vista dell’evangelizzazione e della missione della chiesa che, bisogna ammetterlo, solo recentemente ha compreso l’urgenza della formazione politica dei cristiani, malgrado l’insegnamento sociale della chiesa sia ormai abbastanza antico.
Pontara Pederiva Maria Teresa
2017/2, p. 17
Il nostro incontro vuole essere portatore di un messaggio per l’Europa: noi optiamo per una fraternità europea rispettosa delle particolarità locali, dove la voce di ogni popolo conta. E ci impegniamo a creare legami d’amicizia in Europa e al di là delle frontiere dei Paesi europei.
Strazzari Francesco
2017/2, p. 19
siamo in un periodo non facile per l’Europa e anche per la Chiesa. Però l’incontro è un incontro con gioia e di gioia e anche con senso di responsabilità. Penso che i giovani sentano adesso che la situazione è grave e che dobbiamo prepararci ad assumere responsabilità nella Chiesa e anche nella società.
Prezzi Lorenzo
2017/2, p. 20
Il passaggio che si realizzerà nei prossimi mesi darà maggiore coerenza e solidità agli Istituti superiori di scienze religiose e potrebbe preludere a un inserimento più efficace della teologia e degli studi religiosi dentro il mondo accademico.
Basso Aldo
2017/2, p. 22
Il Giubileo straordinario della Misericordia ci ha lasciato in eredità un’indicazione più sicura e luminosa del cammino che la Chiesa deve seguire. «La misericordia – scrive papa Francesco – non può essere una parentesi nella vita della Chiesa, ma costituisce la sua stessa esistenza»
Gellini Anna Maria
2017/2, p. 25
Gellini Anna Maria
2017/2, p. 25
Brena Enzo
2017/2, p. 26
Dalle affermazioni generali e dalla proclamazione d’intenti è necessario passare ai fatti. Alcuni istituti hanno formulato regole e norme applicative che fanno fronte al problema dell’abuso di minori.
Prezzi Lorenzo
2017/2, p. 28
L’ondata del neo-populismo che attraversa l’Occidente non solo rende evidente la scelta dei movimenti popolari attuata da papa Francesco. Note e riflessioni sui tre Incontri finora celebrati.
Gellini Anna Maria
2017/2, p. 31
Sarta, cuoca, ostetrica, infermiera, insegnante, coraggiosa e determinata, ha ridato speranza a oltre duemila ragazze, liberandole dalle “schiavitù” dell’esercito di resistenza armata di Joseph Kony che per decenni ha insanguinato il Nord Uganda e il Sud Sudan.
Cozza Rino
2017/2, p. 33
Veniamo da un tempo in cui si pensava che fossero le risposte a meritare un inchino. Invece, è solo connettendosi con le domande della storia che si mette il nostro agire sui sentieri di senso.
Dall'Osto Antonio
2017/2, p. 36
Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani, Bangladesh, operatori pastorali uccisi nel 2016
AA.VV.Di Falco J.M., Radcliffe T., Riccardi A.
2017/2, p. 38
Nel cuore del cristianesimo esiste una scandalosa verità: Gesù ha abbracciato la propria morte per mano del violento e questo ha prodotto un frutto assolutamente gratuito, una nuova alleanza di pace… Nessuna violenza è accettabile. I martiri non cercano mai la propria morte. Ma speriamo, e preghiamo, che le morti di tanti cristiani, più che in qualsiasi altro momento della storia, portino anche un frutto inatteso, abbattendo le barriere fra gli esseri umani e aprendo i nostri occhi alla presenza di Dio in ogni persona umana e alla sua saggezza in ogni grande fede.
Ávarez Maqueda José Manuel
2017/2, p. 39
La Chiesa nella sua attenzione alle persone ferite del mondo esprime infatti uno dei suoi momenti più forti nella pastorale sanitaria negli ospedali, un campo in cui essa gioca davanti al mondo la sua credibilità evangelizzatrice. La pastorale della salute e in particolare la missione di coloro che operano in questo settore è un compito delicato, serio e impegnativo che richiede particolari disposizioni umane, psicologiche e spirituali, assieme a determinate competenze, oltre a una seria preparazione e una capacità a lavorare in équipe.
Semeraro Michael Davide
2017/2, p. 46
Nell’anno giubilare appena concluso, tra i gesti e le parole di papa Francesco vi è stata pure la promulgazione della Costituzione Apostolica Vultum Dei quaerere. Ai monasteri è chiesto, “a cinquant’anni” (VDq, 8) dalla chiusura del Concilio, di radicalizzare la propria consacrazione alla ricerca dell’essenziale e dell’invisibile e di farlo in modo compatibile e sempre più adeguato all’incremento di intelligenza evangelica che ha rappresentato il Vaticano II.
Gellini Anna Maria
2017/2, p. 47
Il primo contributo di Cozzi (La verità di Dio e dell’uomo in Cristo. Il teologico e l’antropologico nella cristologia di Bergoglio) pone l’accento sull’originalità dello stile teologico di papa Francesco, la cui preoccupazione fondamentale è recuperare il nucleo essenziale dell’annuncio, al cui centro vi è la persona di Gesù Cristo. La vita cristiana o è esperienza dell’incontro con Lui o non è cristiana.
Presentazione

Negli anni recenti abbiamo sentito spesso ripetere l’invito: «Vita consacrata, alzati!». Dopo l’Anno ad essa dedicato e il dono dell’Anno giubilare della misericordia, i consacrati si mettono ora in cammino con rinnovata fiducia. E lo fanno, a cinquant’anni dal Concilio, in una «Chiesa in uscita» che invita ad andare al largo, verso le periferie, là dove da sempre hanno stabilito la loro presenza privilegiata, con tutta la ricchezza dei loro carismi. È giunto il tempo di ripartire, di vivere il presente con nuova passione e di guardare al futuro con rinata speranza, nonostante le crisi e le difficoltà. Con l’amicizia e il sostegno dei lettori, su cui da sempre fa affidamento, la storica rivista Testimoni si propone di accompagnare questo cammino, mettendo al cuore del suo programma le note attese di papa Francesco, e di essere un piccolo efficace strumento per aiutare a leggere i segni dei tempi, a discernere ciò che oggi lo Spirito ci dice e a versare «vino nuovo in otri nuovi».

Chi siamo

Direttore responsabile
p. Lorenzo Prezzi scj Tel. 051.39.41.305

Co-direttore
p. Antonio Dall'Osto scj Tel. 051.39.41.316

Redazione
p. Marcello Matté scj
p. Enzo Brena scj
Mario Chiaro
sr. Anna Maria Gellini
sr. Francesca Balocco

Contatti

Per inoltrare le tue richieste alla redazione scrivi a:
testimoni@dehoniane.it

Ufficio abbonamenti
Via Scipione dal Ferro, 4
40138 Bologna BO
Tel. +39 051 3941255
Fax +39 051 3941299
ufficio.abbonamenti@dehoniane.it
telefonare dal lunedì al venerdì: dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Credits

Centro editoriale dehoniano
via Scipione Dal Ferro 4 – 40138 Bologna
Tel. 051 3941255 Fax 051.3941299