Il Topo il Gallo e il Cowboy

Tre fumetti sotto la lente del teologo

Pubblicazione:  27 novembre 2017
Edizione:  1
Pagine:  64
Peso:  78 (gr)
Collana:  P9 Lampi
Formato:  102x165x5 (mm)
Confezione:  Brossura con bandelle
Altri autori:  Tradotto da Fabrizio Iodice  -  Tradotto da Marcello Neri  -  Preparato per la pubblicazione da Valeria Riguzzi
EAN:  9788810567692 9788810567692
€ 8,50 € 7,23
Sconto:  15%
Risparmi: € 1,27 ogni copia
descrizione
Uscito dalla matita di Walt Disney, Topolino è perspicace, svelto e ottimista, in grado di padroneggiare storie di ogni genere e destreggiarsi tra le strisce dei fumetti e il grande schermo del cinema.
Altrettanto dinamico, arguto e coraggioso è Asterix, frutto dell’ingegno di René Goscinny e Albert Uderzo: il minuto guerriero con l’elmetto alato che, all’epoca della conquista della Gallia da parte di Giulio Cesare, si batte per difendere l’indipendenza del proprio villaggio in Armorica, si avvale di una pozione magica e dell’inseparabile amico Obelix.
Abile e svelto al punto da sparare più velocemente della propria ombra, Lucky Luke, creato da Morris, riesce a risolvere i suoi guai senza ricorrere all’uso delle armi e rimanendo imperturbabile anche nelle situazioni più disperate. Alto e magro, cappello da cowboy e filo d’erba in bocca, si muove in uno scenario da Far West, tra saloon e villaggi indiani.
Ma che cosa hanno da dire questi tre personaggi dei fumetti alla filosofia e alla teologia?
Ce lo racconta Pohlmeyer in questo agile e simpatico testo.
sommario
Introduzione.  I. Asterix e il papiro di Cesare.  II. Lucky Luke e l’arte del crimine moderno.  III. Guerre Stellari e Disney World.
note sull'autore
Markus Pohlmeyer è docente di Teologia cattolica e incaricato nel ciclo di studi di specializzazione «Cultura-Linguaggio-Media» all’Europa-Universität di Flensburg, in Germania, dove è anche co-direttore del progetto di ricerca su teologia e letteratura ed editore della collana «Flensburger Studien zur Literatur und Theologie». Ha studiato latino, greco, letteratura tedesca e filosofia a Würzburg, Tübingen e Londra e ha conseguito il dottorato in teologia a Münster con un lavoro sull’ermeneutica fenomenologica di W. Schapp. Collabora abitualmente con la rivista online CULTurMag ed è membro corrispondente del Comitato scientifico del Centro Studi Sara Valesio (Bologna, New York). Per EDB ha pubblicato Il sogno degli dèi. Science fiction e religione (2016).