« A Dio appartengono i nomi più belli»

Come pregano i musulmani

Pubblicazione:  16 gennaio 2017
Edizione:  1
Pagine:  104
Collana:  P9 Lampi
Confezione:  e-book
 EPUB  - Filigrana digitale
EAN:  9788810962756 9788810962756
descrizione
«A Dio appartengono 99 nomi, cento meno uno; chi li impara a memoria entrerà in paradiso».

Le lunghe file di musulmani in preghiera, nelle moschee o sul lato di una strada, colpiscono l’immaginario occidentale più di qualsiasi altro aspetto dell’islam.
E trasmettono la percezione di qualcosa di unitario, collettivo, compatto, quindi anche di incomprensibile e minaccioso.

Mentre nella comune concezione cristiana la preghiera è soprattutto un’attitudine interiore, formalmente libera sia nelle modalità corporee che nei testi, l’islam la concepisce informa diversa come atto rituale fortemente standardizzato e vincolato alla lingua araba. Tuttavia, il modo di pregare dei musulmani non è affatto univoco e omogeneo, come dimostra il libro, che si propone di accompagnare il lettore nella dimensione orante quotidiana dei fedeli di Allah.
sommario
Parlare di islam in Europa.  I. L’Oriente che prega.  II. La preghiera come dimensione quotidiana.  III. I fondamenti testuali.  IV. Gli elementi della preghiera.  V. Il ruolo fondamentale della comunità.  VI. La preghiera nel sufismo.  VII. Il «metodo» sufi.  VIII. Un dialogo possibile.  Conclusioni.
note sull'autore
Stefano Allievi è professore associato di Sociologia all’Università di Padova, dove dirige il master sull’Islam in Europa. Membro del Consiglio per le relazioni con l’islam italiano presso il Ministero dell’Interno, collabora al Corriere della sera – Corriere del Veneto e al Corriere Imprese. Autore di oltre un centinaio di pubblicazioni in vari Paesi, suoi testi sono stati tradotti in varie lingue europee, in arabo e in turco. Tra i suoi libri recenti: I musulmani e la società italiana. Percezioni reciproche, conflitti culturali, trasformazioni sociali (Franco Angeli, 2009) e La guerra delle moschee. L’Europa e la sfida del pluralismo religioso (Marsilio, 2010).