Decalogo

Pubblicazione:  novembre 2020
Edizione:  1
Pagine:  128
Peso:  153 (gr)
Collana:  F11 Le ispiere
Formato:  110x180
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810569245 9788810569245
€ 10,00

non acquistabile
Descrizione
Nella vita concreta delle persone, anche dei buoni cristiani, è invalsa la convinzione che, in ultima istanza, sia l’individuo a fare sintesi, in modo autonomo, sulla propria fede: una somma di idee, convinzioni, atteggiamenti, pratiche che ondeggiano tra il cattolicesimo nella sua forma tradizionale e altri nuovi riferimenti. La cultura prevalente non nega Dio, ma sottopone la sua presenza e le indicazioni della Chiesa alle scelte personali.
Che cosa significa, in questo contesto sociale e culturale, declinare il Decalogo, fino a non molto tempo fa radicato e indiscusso e ora «in esilio» per la maggioranza di noi? Le pagine di questo volume sono insieme un esercizio di memoria e uno sforzo responsabile di aggiornamento. Prendono le mosse dalle radici della fede per farne con sapienza uno strumento di analisi e di intelligenza di quanto la vita contemporanea domanda al credente.
Note sull'autore
Vinicio Albanesi, presbitero della diocesi di Fermo, è presidente della Comunità di Capodarco dal 1994, fondatore dell’agenzia giornalistica «Redattore sociale» e fondatore, con don Luigi Ciotti, del «Coordinamento delle comunità di accoglienza». Ha collaborato con Famiglia Cristiana, Jesus, Vita Pastorale, Il Regno ed è autore di numerosi saggi. Tra i più recenti, pubblicati da Ancora, I tre mali della Chiesa in Italia (2012), Il sogno di una Chiesa diversa (2014) e I quattro gradi dell’amore del prossimo (2016).