Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello

Cattiva fede

Traduzione e prefazione di Alessandro Zaccuri. Con il testo inglese

Pubblicazione:  8 luglio 2017
Edizione:  1
Pagine:  80
Peso:  102 (gr)
Collana:  P9 Lampi  sezione: Lampi d'autore
Formato:  122x180x5 (mm)
Confezione:  Brossura con bandelle
Prefazione di:  Alessandro Zaccuri
Altri autori:  Tradotto da Alessandro Zaccuri
EAN:  9788810567586 9788810567586
€ 7,50 € 6,38
Sconto:  15%
Risparmi: € 1,13 ogni copia
descrizione

L’essere nato in una famiglia gallese appartenente a una denominazione protestante particolarmente rigorosa ha segnato in maniera indelebile il rapporto di Ken Follett con la religione. Il giovane Ken iniziò a trasgredire le ferree regole del puritanesimo non appena possibile. Questa la cattiva fede, bad faith, che caratterizza la sua giovinezza e che è stata raccontata in questo libro. Sarà all’università, dopo il confronto con Platone, Cartesio, Marx e Wittgenstein, che si ritroverà infine ateo, anzi, ateo arrabbiato. Ma qualcosa ultimamente è cambiato…

Il volume è disponibile anche in e-book italiano-inglese e solo inglese.

sommario
Prefazione (A. Zaccuri).  I. Ken Follett. Cattiva fede.  II. Ken Follett. Bad Faith.
note sull'autore
Ken Follett è uno dei più famosi giallisti britannici della storia.  Nato a Cardiff (Galles) nel 1949, scrivere romanzi è per lui inizialmente un hobby, finché nel 1978 La cruna dell'ago lo rende celebre in tutto il mondo. Non ha mai fatto mistero della sua avversità per il cristianesimo. Nel 2010 fu firmatario, assieme ad altre 54 figure pubbliche, della lettera aperta al The Guardian contro la visita di stato di Benedetto XVI nel Regno Unito.