La Religione urbana

Come la città ha prodotto il cristianesimo. Prefazione di Mauro Pesce

Pubblicazione:  settembre 2021
Edizione:  1
Pagine:  112
Peso:  134 (gr)
Collana:  P6 Lapislazzuli
Formato:  110x180
Confezione:  Brossura
Prefazione di:  Mauro Pesce
EAN:  9788810559864 9788810559864
€ 12,00

non acquistabile
Descrizione
Il cristianesimo è una religione biblica e nella Bibbia ebraica la città è un luogo sospetto, di peccato e di vizio, di idolatria e di assenza di Dio. Babele, una città, e il Sinai, una regione desertica, sono i riferimenti spaziali dell’ostilità e dell’amicizia divine. Da un lato, il fondatore dell’urbanesimo secondo il racconto biblico, Caino, è anche il primo omicida della storia dell’umanità. Dall’altro, il salvatore dell’umanità secondo il cristianesimo, Gesù di Nazareth, si tiene a distanza dai centri urbani palestinesi di grande e media grandezza, percorre i villaggi, frequenta i deserti, è giustiziato nella città santa in seguito a una sentenza emessa da un procuratore mandato dalla città eterna.
Questo libro intende dimostrare che, nonostante le premesse non sembrino ideali, la formazione storica del cristianesimo antico e tardoantico è il prodotto di una relazione dialettica e strutturale tra le forme (e le forme di vita) urbane dell’impero romano e le strategie comunicative, organizzative e propagandistiche di alcuni “impresari” religiosi urbani. Selezionando materiali relativi ai primi quattro secoli di storia della letteratura cristiana, il volume si propone di riscrivere il tradizionale racconto del rapporto ideale tra città di Dio e città terrena alla luce di una specifica relazione materiale: quella tra religione e città.
Sommario
Prefazione (M. Pesce).  1. A scuola da (Henri) Lefebvre. Un approccio spaziale-critico all’antica religione di Cristo.  2. Urbanizzando Gesù. Cenni di teoria generale e panoramica del volume.  3. Prima lettera ai Tessalonicesi. Un’associazione professionale dirottata.  4. Prima lettera di Pietro. Una casa per gli stranieri?  5. Giustino. Un filosofo freelance nella megalopoli.  6. Erma. Visionario di quartiere.  7. A Diogneto (o sulla discrezione).  8. Pionio. Un martire a zonzo.  9. Un attore tra noi. Cipriano e la divisione sociale del lavoro.  10. Dura-Europos. Rumor(e) urbano e restyling cristiano.  11. Eusebio. L’ancoraggio spaziale e il diritto alla città.  12. La religione urbana (a scanso di equivoci).
Note sull'autore
Emiliano Rubens Urciuoli, ricercatore postdottorale e Junior Fellow al Max Weber Center for Advanced Cultural and Social Studies di Erfurt, è membro del centro internazionale di ricerca Religion and Urbanity: Reciprocal Formations. Specialista di storia del cristianesimo antico, ha pubblicato per Morcelliana-Scholé Servire due padroni: una genealogia dell’uomo politico cristiano (2018).

Mauro Pesce è stato fino al 2011 professore di Storia del cristianesimo all’Università di Bologna. Tra le sue pubblicazioni per EDB ricordiamo Chi ha paura del Gesù storico? Ripensare il cristianesimo nel mondo moderno (2015), Il conflitto dei simboli. Mondo moderno e cristianesimo (2015), con A. Destro, E.L. Bartolini De Angeli, E. Castellucci I cristiani e le Scritture di Israele (2018).