Inferni

Parole e immagini di un'umanità al confine

Pubblicazione:  27 agosto 2020
Edizione:  1
Pagine:  128
Peso:  194 (gr)
Collana:  P6 Lapislazzuli
Formato:  130x200x8 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810559680 9788810559680
€ 16,00 € 15,20
Sconto:  5%
Risparmi: € 0,80 ogni copia
Descrizione
Perpetuamente in bilico tra l’immaginario dantesco, così radicato da sembrare una visualizzazione legittima del pensiero teologico sull'aldilà, e una realtà quotidiana che lo mette costantemente a contatto con inferni presenti sulla terra, l’uomo continua a interrogarsi sul male, sulla dannazione e sul destino ultimo della propria esistenza, tra caduta e riscatto.
La riflessione offerta in questo libro prende avvio dalle opere di Giotto, Botticelli, Michelangelo e Goya, si prolunga nell'Ottocento di Rodin e Munch e nel secolo breve di Bacon, per concludersi con artisti come i fratelli Chapman, Boltanski e Holzer. È la proposta di un percorso sugli aspetti che può assumere, dal Medioevo a oggi, l’idea degli inferi e della dannazione, letta attraverso il punto di vista immaginifico, spietato e profetico delle arti visive.
Sommario
Introduzione.  I. Dal tramonto del Medioevo all’alba dell’umanesimo.  La spregiudicatezza di Giotto fra tradizione teologica e committenza laica.  Il Giudizio di Michelangelo tra i sommersi e i salvati.  Goya e il buio nell’Età dei lumi.  Dal sogno della ragione alla solitudine della veglia.  Se questo è inferno.  «Proteggimi da quello che desidero».  «L’inferno sono gli altri».  «L’inferno, signora, è non amare più».  Bibliografia.
Note sull'autore
Giovanna Brambilla, storica dell’arte, è responsabile dei Servizi educativi alla Galleria d’arte moderna e contemporanea di Bergamo. Docente di scuola superiore, insegna anche al master in Servizi educativi per il patrimonio artistico, dei musei storici e di arti visive dell’Università Cattolica di Milano e al master in Economia e management dell'arte e dei Beni culturali della 24ORE Business School di Milano. Nel 2019 è stata invitata a Roma come docente alla Scuola del patrimonio, corso di alta specializzazione del Ministero per i beni e le attività culturali.