Il Naso rosso

Psicologia e pedagogia del clown

Pubblicazione:  11 marzo 2020
Edizione:  1
Pagine:  184
Peso:  176 (gr)
Collana:  P6 Lapislazzuli
Formato:  110x180x11 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810559567 9788810559567
€ 15,00 € 14,25
Sconto:  5%
Risparmi: € 0,75 ogni copia
Descrizione
Se di fronte a qualcuno indossiamo il naso rosso, anche solo per gioco e per pochi minuti, ci accorgiamo subito del suo effetto. Abbandonando la nostra identità per un po’, possiamo scoprire nuove forme di comunicazione e una diversa immagine di noi, forse meno entusiasmante, ma più vera, e con la stessa spontaneità dei bambini riusciamo ad avvicinare gli altri senza aspettative e pregiudizi.
Erede del buffone e del giullare, il clown ne mescola sapientemente gli intenti e ne purifica il messaggio. Egli esprime una sua psicologia ed è in grado di suscitare una pedagogia che può prendere la forma del gesto terapeutico nelle scuole, negli ospedali, nelle carceri e persino nelle aziende. Perché talvolta, rinunciare a prendersi troppo sul serio può risultare un esercizio molto utile per diventare più leggeri.
Sommario
Dedicato a Fellini e a papa Francesco.  Introduzione.  I. Un po’ di storia.  II. Comicità e umorismo.  III. L’arte del clown.  IV. Clown al servizio del sociale.  V. La clownerie come strumento di formazione.  VI. I corsi di formazione.  VII. Scuola, ospedale, carcere e azienda.  Conclusioni.  Bibliografia.
Note sull'autore
Alessandra Farneti ha insegnato Psicologia dello sviluppo nella Facoltà di Scienze della formazione della Libera Università di Bolzano e ha diretto due corsi di alta formazione sul clown al servizio della persona all’Università di Bologna. Tra le sue pubblicazioni: Elementi di psicologia dello sviluppo. Dalle teorie ai problemi quotidiani (Carocci 1998), Insegnanti e bambini. Idee e strumenti per favorire la relazione (con Alessia Cadamuro, Carocci 2008) e Scarpe gialle per girare il mondo a testa in giù (Libreria universitaria.it 2013).