Il Ragazzo selvaggio

Handicap, identità, educazione

Pubblicazione:  11 settembre 2017
Edizione:  1
Pagine:  152
Peso:  148 (gr)
Collana:  P6 Lapislazzuli
Formato:  110x180x9 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810559116 9788810559116
€ 15,00 € 12,75
Sconto:  15%
Risparmi: € 2,25 ogni copia
descrizione
Negli ultimi anni del Settecento, nel dipartimento francese dell'Aveyron, un gruppo di cacciatori trova e cattura in una foresta un bambino abbandonato. Nudo e dall'aspetto sudicio, viene tenuto prigioniero, esibito alla curiosità della gente e portato a Parigi. Il medico Jean Itard, rifiutando la tesi dei colleghi che reputano il «selvaggio» un ritardato mentale irrecuperabile, decide di approfondire lo studio e tenta di educarlo. Il bambino viene così condotto a casa del medico, che inizierà a prendersene cura cercando di reinserirlo nella vita sociale. La vicenda, narrata anche in un celebre film di François Truffaut, divenne il punto di riferimento per la ricerca sugli handicap ed è il filo conduttore di questo libro, incentrato sul rapporto tra disabilità, identità ed educazione.
sommario
Introduzione.  I. Educazione per o contro l’identità.  II. Il problema dell’educare all’identità.  III. Apprendimento e comunicazione.  IV. Arca perduta e da ritrovare?  Ringraziamenti.
note sull'autore
Andrea Canevaro è professore emerito dell’Università di Bologna, dove è stato ordinario di Pedagogia speciale, presidente di corso di laurea, direttore di dipartimento e delegato del rettore per gli studenti disabili. Valutatore di progetti di ricerca per le Università di Montréal e di Lione, ha lavorato nel campo della devianza giovanile e ha compiuto missioni di cooperazione internazionale nei Balcani, nella regione africana dei Grandi Laghi, in Bielorussia e in Cambogia. Con EDB ha pubblicato di recente Nascere fragili. Processi educativi e pratiche di cura (2015).