L' Islam degli sciiti

Dalla saggezza mistica alla tentazione politica

Pubblicazione:  8 febbraio 2016
Edizione:  1
Pagine:  88
Peso:  98 (gr)
Collana:  P6 Lapislazzuli
Formato:  110x180x7 (mm)
Confezione:  Brossura
Altri autori:  Tradotto da Giovanni Cerro
EAN:  9788810558652 9788810558652
€ 8,00 € 6,80
Sconto:  15%
Risparmi: € 1,20 ogni copia
Descrizione
Un libro per capire l'anima dell'Iran.
Con 200 milioni di fedeli, gli sciiti rappresentano un quinto della totalità dei musulmani e si caratterizzano per la particolare concezione dell’autorità religiosa, affidata all’imam. Essi ritengono, infatti, che la successione di Maometto spetti esclusivamente al genero e cugino Alì e ai suoi discendenti da parte di Fatima, figlia del profeta. Al contrario, secondo i sunniti, il successore, conosciuto con il nome di califfo, è a capo dello stato musulmano.
Oltre alla figura dell’imam, una diversaa visione del mondo distingue gli sciiti dai sunniti: per i primi, ogni realtà - da quella più elevata (Dio) fino a quella più quotidiana - comporta due livelli, uno apparente e uno segreto, uno esoterico e uno essoterico. La storia del mondo è la storia della lotta tra il bene e il male, tra le forze della conoscenza e quelle dell’ignoranza. Solo una corrente dello sciismo è fondamentalista e nutre ambizioni politiche: è quella che nel 1979 ha prodotto il movimento khomeinista in Iran e la trasformazione della monarchia in una repubblica islamica.

Sommario
Introduzione. I. I fondamenti spirituali dello sciismo.  II. Le principali correnti dello sciismo.  III. Le fonti scritturali.  IV. Iniziazione e livelli di fede.  V. Evoluzione storica dello sciismo: fra tradizione e ideologizzazione.  Conclusione.  Appendice.  Bibliografia
Note sull'autore
Mohammad Ali Amir-Moezzi insegna Esegesi e Teologia dell’islam sciita all’École Pratique des Hautes Études di Parigi, dove è directeur d’études nella sezione di Scienze religiose. È membro delcomitato scientifico di numerose riviste internazionali, tra le quali Religions et histoire, Studia Iranica e Studia Islamica, e socio corrispondente della Scuola di Alti Studi della Fondazione Collegio San Carlo di Modena. Tra i suoi volumi: La religion discrète. Croyances et pratiques spirituelles dans l’islam shi’ite (Vrin 2006), Le Coran silencieux et le Coran parlant. Sources scripturaires de l’islam entre histoire et ferveur (CNRS 2011). Ha inoltre curato il Dictionnaire du Coran (Laffont 2007), tradotto anche in italiano (Mondadori 2007).