Le Migrazioni del cuore

Variazioni di un'immagine tra devozione e street art

Pubblicazione:  12 giugno 2017
Edizione:  1
Pagine:  96
Peso:  124 (gr)
Collana:  P5 Sguardi  sezione: Scritture
Formato:  122x180x7 (mm)
Confezione:  Brossura con bandelle
EAN:  9788810555552 9788810555552
€ 10,00 € 8,50
Sconto:  15%
Risparmi: € 1,50 ogni copia
descrizione
Le avventure di un’immagine religiosa che sconfina nella pubblicità, nell’arte contemporanea, nel cinema e nei graffiti.
Dopo accesi dibattiti, verso la fine del Settecento si afferma una particolare devozione al Sacro Cuore di Gesù. Accolta con vigilante perplessità dal rigore delle teologie e dai timori delle gerarchie, essa diviene in poco tempo l'emblema di un sentire cattolico alquanto ferito dall'avanzare della cultura illuministica e sempre più distante dall'intellettualismo teologico. La devozione si diffonde attraverso una fortunata pianificazione di immagini che diventano presto icone stesse di una religiosità affettiva e popolare. La rappresentazione del Sacro Cuore finisce così per identificare il cattolicesimo come tale, ma il tema che essa custodisce supera i confini religiosi entrando nell'immaginario di insospettabili perimetri espressivi, dalla comunicazione pubblicitaria all'arte contemporanea, dal cinema all'arte di strada. Ogni volta per difendere le ragioni del cuore in un mondo che senza cuore perde anche la ragione.
sommario
I. Con il cuore in mano.  II. Immagini mentali e icone devote.  III. Resistenza dell’immagine devota.  IV. Borsette, parure e cuori sacri.  V. L’anima del commercio.  VI. Pop Heart.  VII. Suggestioni devote e arte contemporanea.  Conclusioni.  Ringraziamenti.  Note.
note sull'autore
Giuliano Zanchi, direttore del Museo Bernareggi e del Museo e tesoro della cattedrale di Bergamo, è segretario generale della Fondazione Adriano Bernareggi. Licenziato in Teologia fondamentale e sistematica alla Facoltà teologica dell’Italia Settentrionale, si occupa di temi al confine fra l’estetica e la teologia. Collabora alla pagina culturale dell’Osservatore romano e fa parte della redazione della Rivista del clero italiano. Tra i suoi libri recenti, pubblicati da Vita e Pensiero; Il Genio e i Lumi. Estetica teologica e umanesimo europeo in François René de Chateaubriand (2011), Prove tecniche di manutenzione umana. Sul futuro del cristianesimo (2012) e L’arte di accendere la luce. Ripensare la chiesa pensando al mondo (2015).