Le Donne di Galilea

Presenze femminili nella prima comunità cristiana

Pubblicazione:  9 febbraio 2015
Edizione:  1
Pagine:  96
Peso:  114 (gr)
Collana:  P5 Sguardi  sezione: Teologia
Formato:  120x180x7 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810555408 9788810555408
Ultima ristampa:  9 aprile 2018
€ 9,50 € 9,03
Sconto:  5%
Risparmi: € 0,47 ogni copia
Descrizione
È realistico pensare che, nella Palestina del primo secolo, delle donne si unissero a un profeta itinerante e al suo gruppo di discepoli maschi? Anche se la società dell’epoca non era del tutto estranea a fenomeni di itineranza femminile e il movimento di Gesù era più vicino a Giovanni il Battista che ai gruppi discepolari rabbinici, gli indizi sono molto pochi. Tuttavia, il Vangelo di Marco sottolinea che sotto la croce e, più tardi, al sepolcro, a parte un autorevole membro del sinedrio come Giuseppe d’Arimatea,  ci sono unicamente donne, che hanno fatto parte del seguito di Gesù e lo hanno servito per tutto il tempo in cui egli ha operato in Galilea. La riflessione sul passaggio tra il primo e il secondo secolo cristiano e sulla marginalizzazione femminile dall’ecclesia costituisce ancora oggi uno stimolo per restituire pienamente alle donne i testi biblici e ai testi biblici le donne.
Note sull'autore
Marinella Perroni insegna Nuovo Testamento al Pontificio Ateneo Sant’Anselmo di Roma. Dal 1994 è socia dell’Associazione biblica italiana e dell’Association Européenne des Femmes pour la Recherche Théologique. Dal 2003 è professore invitato di Nuovo Testamento alla Facoltà teologica Marianum di Roma e presidente del Coordinamento Teologhe Italiane. Le sue ricerche riguardano, in particolare, l’ecclesiologia del Nuovo Testamento, l’esegesi di genere e il discepolato delle donne nell’opera lucana. Per EDB ha curato, con Antonio Autiero, La Bibbia nella storia d’Europa. Dalle divisioni all’incontro (2012) e Anatemi di ieri sfide di oggi. Contrappunti di genere nella rilettura del concilio di Trento (2011).