Pastorale dei divorziati

Prefazione di Luigi Lorenzetti. Nuova edizione

Pubblicazione:  10 giugno 2013
Edizione:  1
Pagine:  104
Peso:  120 (gr)
Collana:  M2 Cammini di Chiesa
Formato:  110x185x8 (mm)
Confezione:  Brossura
Prefazione di:  Luigi Lorenzetti
Altri autori:  Tradotto da Enzo Gatti
EAN:  9788810512128 9788810512128
€ 9,40 € 7,99
Sconto:  15%
Risparmi: € 1,41 ogni copia
Descrizione
La situazione ecclesiastica dei divorziati che hanno contratto nuove nozze rientra nelle questioni più difficili e angustianti della cura pastorale quotidiana. La posizione e la prassi attuale della Chiesa, che si rifà al precetto dell’indissolubilità del matrimonio, appare a molti difficilmente conciliabile con l’atteggiamento di Gesù, che non è venuto a giudicare ma a salvare. Bernhard Häring, una delle grandi figure della teologia contemporanea, non si accontenta della situazione attuale e della diffusa rassegnazione che regna di fronte a questo problema. Con competenza e passione pastorale egli cerca soluzioni ed elabora proposte concrete trovando spunti per un nuovo approccio nella sensibilità delle Chiese orientali modellate da una spiritualità che si ispira alla oikonomia. La Chiesa cattolica – a giudizio di Häring – non è necessariamente vincolata alla sua prassi di rigore estremo perché di fronte ai problemi, anche i più complessi, il suo compito non è giudicare e condannare, ma sanare.
Sommario
Abbreviazioni.  Prefazione (L. Lorenzetti).  Premessa.  I. Vie d’uscita.  II. Vecchi e nuovi modelli di pensiero: cambiamento di mentalità e riforma strutturale.  III. La nuova prospettiva auspicata: una spiritualità e una prassi ispirate all’oikonomia.  IV. Il cammino verso una prassi ispirata all’oikonomia nella nostra Chiesa.  V. Primi passi verso una nuova normativa.  VI. Che cosa si può fare già ora in attesa di una nuova normativa?  Conclusione.
Note sull'autore
BERNHARD HÄRING (1912-1998) è stato professore di teologia morale presso l’Università Sant’Alfonso a Roma. Autore del volume La legge di Cristo (Morcelliana 1957), opera che ha rappresentato una svolta nella storia dell’etica teologica, è stato uno dei grandi teologi contemporanei e l’iniziatore del rinnovamento biblico della morale cattolica.