Cafarnao: il pane della fede

Diventare discepoli

Pubblicazione:  9 maggio 2011
Edizione:  1
Pagine:  72
Peso:  84 (gr)
Collana:  M2 Cammini di Chiesa
Formato:  110x185x6 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810512074 9788810512074
Ultima ristampa:  9 maggio 2011
€ 6,30 € 5,36
Sconto:  15%
Risparmi: € 0,94 ogni copia
Descrizione
«Di fatto, molte delle nostre eucaristie sono come dei fast food, dove ciascuno viene per consumare velocemente il suo pasto, possibilmente senza troppe complicazioni relazionali. L’individualismo che segna la nostra cultura, corrompe anche il nostro modo di celebrare» (dall’Introduzione). Oggi il lato più accessibile del cristianesimo è spesso proprio quello più prezioso e impegnativo: la partecipazione alla mensa eucaristica. Il testo si rivolge in primo luogo a chi muove i primi passi nella fede, per aiutare a comprendere come il celebrare l’eucaristia faccia crescere nel cammino di discepolato e costituisca un vero percorso di iniziazione. E insieme si rivolge anche a chi, da tempo, cammina dietro al Signore, per riportarlo alle origini e alla sorgente del proprio credere.
Sommario
Introduzione. Diventare credenti e celebrare l’eucaristia.  1. Da Nazaret a Cafarnao.  2. I discepoli e la folla, la casa e la strada.  3. C’è pane per tutti. La moltiplicazione.  4. Mi cercate perché vi siete saziati. Mangiare e credere.  5. Il pane e la manna.  6. Il pane che dà vita. La logica del dono.  7. Colui che mangia me vivrà per me.  Conclusione: volete andarvene anche voi?
Note sull'autore
DAVIDE CALDIROLA è nato nel 1963 ed è prete della diocesi di Milano dal 1987. Accompagna giornate di ritiro per clero e operatori pastorali e corsi di esercizi spirituali; collabora con alcuni istituti secolari e con i missionari del Pime. Ha pubblicato articoli e testi di itinerari biblici. Attualmente è parroco di due parrocchie unite in «Comunità pastorale» nella città di Milano.ANTONIO TORRESIN, sacerdote della diocesi di Milano dal 1985, ha svolto il suo ministero sia in parrocchia sia facendo parte della équipe di Formazione Permanente del Clero. Collabora con la rivista Il Regno. Dopo 10 anni di stretta collaborazione con don Davide Caldirola nella medesima parrocchia di Milano, è ora parroco di San Vito al Giambellino.