Silenzio

Esperienza mistica della presenza di Dio

Pubblicazione:  23 aprile 2008
Edizione:  1
Pagine:  120
Peso:  178 (gr)
Collana:  F5 Itinerari
Formato:  140x210x7 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810510575 9788810510575
Ultima ristampa:  13 novembre 2018
€ 11,60 € 9,86
Sconto:  15%
Risparmi: € 1,74 ogni copia
Descrizione
«Alla società del nostro tempo, sopraffatta dalle parole e dai rumori, una cosa sarebbe estremamente necessaria, la riscoperta del silenzio quale dimensione interiore e irrinunciabile dell’uomo. (...) Questa raccolta di spunti meditativi sul silenzio esce discretamente dal chiostro per farsi compagna di viaggio a quanti, esuli sulle strade del mondo, aspirano a raccogliersi nella “cella interiore” e ristorarsi alla vergine sorgente della Parola» (dalla Premessa). La prima parte del volume propone, in certo qual modo, una scuola di formazione al silenzio. Segue poi un breve saggio su Romano Guardini, le cui parole hanno ancora oggi la forza della profezia. Nella seconda parte sono offerte suggestive evocazioni di quella ineffabile esperienza che è il silenzio contemplativo. Un libro nato in un contesto di lectio divina, da non leggersi tutto di seguito, ma da ‘sorseggiare’ lungo il cammino, quando il passo si fa più stanco e il cuore più assetato.
Sommario
Premessa.  Liturgia del silenzio nel cosmo.  Il silenzio nella Regola di san Benedetto.  Il silenzio nella sacra liturgia.  Romano Guardini e la liturgia.  Il canto del silenzio.
Note sull'autore
Madre ANNA MARIA CÀNOPI è abbadessa dell’abbazia benedettina «Mater Ecclesiæ», da lei fondata nel 1973 sull’Isola San Giulio (Novara) su richiesta dell’allora vescovo di Novara, mons. A. Del Monte. Dal silenzio del chiostro, svolge il suo ministero di esperta guida spirituale, sia con il servizio di lectio divina, sia con numerose pubblicazioni di spiritualità biblica, monastica e liturgica (Paoline, Piemme, Elledici, Studium, La Scala). Presso le EDB ha pubblicato la Via crucis Sotto lo sguardo del Padre (2007). Collabora a varie riviste di spiritualità.