Questo e-commerce utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di acquisto.
Utilizzando i nostri servizi accetti che i cookie vengano installati sul tuo dispositivo.
Informativa sui cookie
Hai disabilitato i cookie?

Sei in modalità privata?


Purtroppo in questo modo il tuo browser non è compatibile con il nostro sito.
Esci dalla modalità privata e ricarica la pagina

 {{itemCartEvent.titolo}} 
{{itemCartEvent.quantity}} copia nel carrello {{itemCartEvent.quantity}} copie nel carrello

Vedi il carrello

Diritto e teologia

Ecclesiologia e canonistica per una riforma della Chiesa

Pubblicazione:  9 novembre 2015
Edizione:  1
Pagine:  360
Peso:  490 (gr)
Collana:  B3 Nuovi saggi teologici
Formato:  140x210x22 (mm)
Confezione:  Brossura
Altri autori:  Tradotto da Romeo Fabbri
EAN:  9788810412107 9788810412107
Ultima ristampa:  23 maggio 2016
€ 38,00 € 32,30
Sconto:  15%
Risparmi: € 5,70 ogni copia
descrizione
La Chiesa vive oggi una stagione animata da forti attese e da un diffuso anelito alla riforma di molti aspetti dei suoi costumi di vita e delle sue istituzioni. Il Vaticano II, nello spirito e nel dettato, è stato già un imponente evento riformatore, che ha trasformato il modo cattolico di pensare e di vedere il mondo producendo vistosi cambiamenti nella liturgia, nella spiritualità, nel rilievo dato alla Parola di Dio e nella maturazione di una coscienza dei laici. Debole, per non dire quasi nulla, è stata invece l’attuazione del concilio per quel che riguarda le strutture portanti dell’istituzione ecclesiastica. Due casi sono particolarmente evidenti: la mancata attivazione sia della collegialità episcopale che degli strumenti giuridici capaci di sostenere un ruolo attivamente responsabile del popolo di Dio nel governo della Chiesa. Il volume si propone di cogliere i principali temi che oggi risultano particolarmente problematici per la vita della Chiesa e richiedono una riflessione interdisciplinare di teologi e canonisti in vista della necessaria riforma di molti aspetti delle istituzioni ecclesiastiche.
sommario
Introduzione. Ecclesiologia e diritto per una riforma della Chiesa.  I. Fra teologia, sociologia e diritto. 1. L’ecclesiologia fra la sociologia e l’antropologia teologica.  2. Poteri, libertà e regole: notazioni teologiche.  3. Comunione e diritto.  4. Chiesa locale e Chiesa universale nello sviluppo storico dell’ecclesiologia.  II. Forme dell’autorità. 1. L’autorità nella Chiesa.  2. La missione della Chiesa, i laici e la «sacra potestas». Una riflessione teologica.  3. Sinodalità.  4. Per una collegialità intermedia fra il papa e il vescovo. Il modello orientale.  5. Primato e collegialità. L’eredità incompiuta del concilio Vaticano II.  III. Nel contesto pastorale. 1. Battesimo e appartenenza ecclesiale.  2. Cambiamenti sociali e appartenenza ecclesiale.  3. Il ministero episcopale e la forma della diocesi moderna.  IV. Nel contesto politico. 1. La Chiesa fra la libertà della fede e il sistema sociale della christianitas.  2. Sulle condizioni di dicibilità del Vangelo in una società democratica.  3. La Chiesa di fronte alla laicità dello Stato.
note sull'autore
Severino Dianich è professore emerito di Ecclesiologia alla Facoltà teologica dell’Italia centrale, dove ha diretto la rivista Vivens homo ed è stato fondatore e direttore del master in Teologia e architettura di chiese. Ha inoltre insegnato alla Pontificia Università Gregoriana e alla Facoltà Teologica di Sicilia. Nel 1967 ha fondato con altri teologi l’Associazione Teologica Italiana, di cui è stato presidente dal 1989 al 1995. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative tradotte in diverse lingue, con EDB ha pubblicato Una Chiesa per vivere (2010), Il mestiere dello studente e la vocazione cristiana (2010) e Idoli ella Chiesa. Tentazioni e derive della coscienza cristiana (2015). Ha inoltre curato, con Gianni Cioli e Mauro Valerio, Spazi e immagini dell’eucaristia. Il caso di Orvieto (2007) e con Timothy Verdon La Trinità di Masaccio (2004).