Il Buon uso del tempo nella vita spirituale

Pubblicazione:  24 novembre 2014
Edizione:  1
Pagine:  184
Peso:  230 (gr)
Collana:  B10 Quaderni di Camaldoli  sezione: Ricerche
Formato:  140x210x12 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810411445 9788810411445
€ 17,50 € 16,63
Sconto:  5%
Risparmi: € 0,87 ogni copia
Descrizione
Che cos’è la vita spirituale? È qualcosa che riguarda solo la dimensione interiore, il luogo nascosto in noi, lo spazio della verità oppure investe la complessità della vita a partire dalle esperienze più quotidiane e concrete? Quali forme e quali percorsi assume? Queste sono solo alcune delle tante domande che possono sorgere quando ci si imbatte o ci si inoltra in questo vasto orizzonte. La stessa espressione «vita spirituale» è molto ampia e può essere usata con diverse accezioni, sino a giungere alla rarefazione, pericolo forse inevitabile poiché questa dimensione della vita riguarda ogni uomo nel momento in cui si pone alcune domande fondamentali e nel momento in cui scende in profondità. A partire dalla loro esperienza di monaci, gli autori evitano di identificare con troppa facilità vita spirituale e vita monastica. Il monastero favorisce certamente la «vita secondo lo Spirito» come struttura, modello, forma, ma non la garantisce se non c’è la scelta quotidiana di lasciarsi guidare dallo Spirito nei cammini che formano l’uomo interiore.
Sommario
Abbreviazioni.  Presentazione (I monaci di Camaldoli).  I. Tempo e vita spirituale nella tradizione monastica (A. Piovano). 1. «Ecco gli strumenti dell’arte spirituale…» (RB 4,75-78).  2. Progredire nel tempo.  3. Discernere i tempi.  Conclusione. La vita spirituale è tempo di attesa e sguardo oltre ogni tempo.  II. Il buon uso del tempo nella Regola di s. Benedetto (M. Scheiba). Introduzione. Il ritmo della vita.  1. Il lavoro nelle fonti pre-benedettine e nella Regola di s. Benedetto.  2. Il lavoro oggi: motivi, sfide, interrogativi, esperienze.  3. In tempi determinati: «Certis temporibus […] certis iterum horis» (RB 48,1).  4. Il concetto di ordo in s. Agostino e nella Regola di s. Benedetto.
Note sull'autore
Adalberto Piovano, monaco benedettino del monastero della Santissima Trinità a Dumenza (Varese), è autore di numerosi saggi sul monachesimo e sulla spiritualità russa e ha curato circa trecento voci su santi russi nei due volumi Bibliotheca Sanctorum Orientalium (Città Nuova). Manuela Scheiba appartiene al monastero benedettino di Santa Geltrude ad Alexanderdorf, in Germania. Insegna Studi monastici al Pontificio Istituto Sant’Anselmo (Roma) ed è autrice di numerose pubblicazioni sulla Regola di san Benedetto.