Un Dio assente?

Religione, ateismo e fede: tre sguardi sul mistero

Pubblicazione:  1 gennaio 1995
Edizione:  1
Pagine:  224
Peso:  256 (gr)
Collana:  B4 Teologia viva
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810409268 9788810409268
Ultima ristampa:  1 giugno 2008
€ 22,40 € 19,04
Sconto:  15%
Risparmi: € 3,36 ogni copia
Descrizione
Per chiunque abbia vissuto e riflettuto almeno un poco, l'assenza di Dio è un'esperienza assolutamente comune e sconcertante. E spesso prendono forma proprio in rapporto a questa esperienza i diversi atteggiamenti che l'uomo può assumere di fronte a Dio: la religione, l'ateismo e la fede. L'autore cerca innanzitutto di analizzare queste reazioni. Ne ricava quindi una chiave di interpretazione per affrontare gli interrogativi fondamentali che l'uomo si pone di fronte a Dio. Nell'ultima parte del libro si sofferma infine sulla preghiera, vista come apertura ad accogliere Dio e come atto di fede. Lo stile, il contenuto e il metodo applicato dall'autore fanno di questo libro un'opera destinata in particolar modo a lettori che sono alla ricerca di un pensiero coerente. Questa riflessione vorrebbe aiutarli a fare un bilancio della loro esperienza umana di fronte a Dio.
Sommario
Prefazione (C. Duquoc).  Introduzione.  I. RELIGIONE, ATEISMO E FEDE.  1. Dio, una proiezione dell’uomo?  2. Rottura tra religione e fede.  3. Il giudeo e il pagano: due comportamenti religiosi.  4. La critica moderna della religione.  5. Analisi tipologica della nostra realtà.  6. L’esperienza della fede.  II. DIO E IL MONDO. SCANDALO RIPUGNANZA PROVA.  1. I tre sistemi di pensiero.  2. Il Dio della risurrezione e della parusia.  3. Perché gli uomini siano liberi e liberatori.  4. Le grandi indicazioni del Vangelo.  III. LA PREGHIERA. VOLTO DI DIO E PREGHIERA.  1. Le deformazioni della preghiera.  2. La preghiera secondo la fede.  3. La preghiera e le domande.  4. La preghiera nell’esperienza cristiana del Nuovo Testamento.  5. La preghiera di intercessione.  CONCLUSIONE. Un Dio assente che dà fiducia all’uomo.
Note sull'autore
FRANÇOIS VARONE, nato nel 1936 a Sion in Svizzera, ordinato sacerdote nel 1962, ha studiato filosofia e teologia all'Università Gregoriana di Roma (1956-1965). Professore di teologia (1965-1970) e poi rettore del Seminario diocesano di Sion, Friburgo (1970-1986), si è dedicato anche alla formazione permanente dei sacerdoti e dei laici, nell'ambito della Svizzera francese, e alla formazione di base dei catechisti. Dopo le sue pubblicazioni del 1981 e del 1984, è stato sollevato da tutti i suoi incarichi e ha aperto nel 1991 uno studio di consulenza filosofica, senza abbandonare il suo lavoro di teologo al servizio del Vangelo e della fede cristiana. A questo volume ne ha fatti seguire altri due, pubblicati dalle Éditions Du Cerf di Parigi: Ce Dieu censé aimer la souffrance e Ce Dieu juge qui nous attend, usciti in edizione italiana presso le EDB con i seguenti rispettivi titoli Se pensi che Dio ami la sofferenza (1995) e Il Dio giudice che ci attende (1996).