La Penitenza nelle Chiese ortodosse

Aspetti storici e sacramentali

Pubblicazione:  10 marzo 2005
Edizione:  1
Pagine:  144
Peso:  212 (gr)
Collana:  B3 Nuovi saggi teologici
Formato:  140x215x9 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810405741 9788810405741
Ultima ristampa:  22 marzo 2016
€ 16,40 € 13,94
Sconto:  15%
Risparmi: € 2,46 ogni copia
Descrizione
Il sacramento della Penitenza è in crisi tanto a Oriente quanto a Occidente. Mentre ci si interroga sulla pastorale, è opportuno approfondire la teologia che si esprime nel rito. Il volume lo fa mettendosi in ascolto della tradizione ortodossa, individuandone le peculiarità rispetto alla tradizione latina: anzitutto il carattere celebrativo e comunitario del sacramento, vero momento liturgico che raggiunge il singolo all’interno della comunità; poi il fondamentale significato terapeutico della prassi penitenziale, dove il peccato è percepito come ferita e malattia e conseguentemente l’azione di Dio verso l’uomo è vissuta come guarigione e terapia; infine la struttura celebrativa, attenta a far emergere il forte cristocentrismo del sacramento: da una parte il confessore appare come il con-peccatore, bisognoso di perdono al pari del penitente, dall’altra è il ministro della Chiesa e pronuncia al penitente le parole del perdono. Queste tre sottolineature hanno delle rifrazioni sul modo di intendere il rito, i protagonisti di esso (penitente, confessore e comunità), il senso del peccato e del perdono… In una parola, aiutano ad approfondire teologia e spiritualità del sacramento.
Sommario
Introduzione.  I. La prassi penitenziale nelle Chiese ortodosse.  II. Alcuni presupposti teologici.  III. Alcune questioni particolari.  Conclusione.  Appendice.  L’economia ecclesiastica. Circostanze che escludono l’economia ecclesiastica. Come affrontare i peccati. (A. Nissiotis).  Le penitenze imposte ad alcuni peccati (L. Papanastasiou).  Sui Sacri Canoni dell’Ortodossia e sulla loro autorità (B. Petrà).  Bibliografia.  Indici.
Note sull'autore
BASILIO PETRÀ (Arezzo 1946), figlio di genitori greci, laureato in filosofia e dottore in teologia morale, è presbitero della diocesi di Prato. Ha studiato presso la Holy Cross School of (Greek Orthodox) Theology (Brookline, Boston, USA) con scholarship della allora Greek Orthodox Archdiocese of North and South America, e presso la Facoltà di teologia dell’Università di Tessalonica (Grecia). È professore stabile ordinario di teologia morale fondamentale e di morale familiare presso la Facoltà teologica dell’Italia centrale (Firenze), ove insegna dal 1981; dal 1979 è docente invitato di teologia morale patristica greca presso l’Accademia Alfonsiana. Dal 1992 tiene corsi di morale ortodossa presso il Pontificio Istituto Orientale. Dal 1994 è consultore della Pontificia Congregazione per le Chiese orientali. Dal 2001 è professore invitato presso l’Istituto ecumenico San Nicola di Bari. Dal 2003 è membro del Board of Governors dell’Intams. Consigliere di redazione di varie riviste teologiche (RTM, Rivista liturgica, Rivista di ascetica e mistica, Ephrem’s Theological Journal, Intams Review), ha tradotto saggi e volumi dei teologi ortodossi C. Yannaras, G. Matzarídēs, S.S. Harakas. Con le EDB ha pubblicato: Tra cielo e terra. Introduzione alla teologia morale ortodossa contemporanea, 1992; Il matrimonio può morire? Studi sulla pastorale dei divorziati risposati, 1996; La Chiesa dei Padri. Breve introduzione all’Ortodossia, 1998; Introduzione. Vladimir Lossky (1903-1958) «teologo della Chiesa» e «coscienza cattolica» in V. Lossky, A immagine e somiglianza di Dio, trad. it., 1999, 5-53; Preti sposati per volontà di Dio? Saggio su una Chiesa a due polmoni, 2004.