Fallire e non mancare il bersaglio

Paradosso del Regno e strategie comunicative nel Vangelo di Marco. Prefazione di Massimo Grilli

Pubblicazione:  20 febbraio 2017
Edizione:  1
Pagine:  440
Peso:  640 (gr)
Collana:  A5 Epifania della Parola
Formato:  150x210x24 (mm)
Confezione:  Brossura
Prefazione di:  Massimo Grilli
EAN:  9788810403112 9788810403112
Ultima ristampa:  17 luglio 2017
€ 34,50 € 29,33
Sconto:  15%
Risparmi: € 5,17 ogni copia
descrizione
L’originale conclusione del vangelo di Marco, con le donne che fuggono silenti dal sepolcro senza comunicare a nessuno l’annuncio di risurrezione, ha da sempre interrogato il mondo dell’esegesi. Perché le donne sono descritte travolte dalla paura, subito dopo aver appreso che il Crocifisso è risorto? Come mai il racconto non si conclude in un’atmosfera di gioia e di successo, come sarebbe lecito e ragionevole aspettarsi? Perché Marco avrebbe deciso di arrestare il motore della sua narrazione proprio nel momento in cui le prime testimoni della Pasqua di Gesù «falliscono» il mandato di diventarne anche annunciatrici ai suoi discepoli?
Questo libro si propone di offrire un’originale risposta a queste domande, interrogando testi significativi del secondo vangelo e mostrando come la scelta di «non concludere» con l’ovvietà di un lieto fine corrisponda, in realtà, all’intenzione di non fallire l’obiettivo di realizzare una comunicazione adeguata a esprimere la follia e lo scandalo di un Cristo risorto perché crocifisso.
sommario
Sigle e abbreviazioni.  Prefazione (M. Grilli).  Introduzione.  I. Il vangelo come paradosso. 1. Concludere senza chiudere  (Mc 16,1-8).  2. Avviare senza cominciare (Mc 1,1-15).  3. Dalla cornice al quadro.  II. Motivi e procedure del paradosso. 4. Identità e missione.  5. Annuncio del Regno.  6. Destinatari ed effetti.  Conclusione. Bibliografia.
note sull'autore
Roberto Pasolini, frate minore cappuccino della Provincia di San Carlo in Lombardia e presbitero, insegna Esegesi del Nuovo Testamento alla Pontificia Università Antonianum di Roma e allo Studio Teologico affiliato «Laurentianum» di Venezia. Co-autore di Messa e Preghiera Quotidiana (EDB), ha scritto di recente Amanti perché amati. Le opere di misericordia corporale e spirituale attraverso le pagine e i racconti della Bibbia (Tau 2015).