« Quando il ramo diventa tenero»

La tenerezza nel Vangelo di Marco

Pubblicazione:  8 aprile 2019
Edizione:  1
Pagine:  112
Peso:  180 (gr)
Collana:  A10 Biblica
Formato:  150x210x9 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810221853 9788810221853
€ 10,00 € 8,50
Sconto:  15%
Risparmi: € 1,50 ogni copia
Descrizione
Per chi non cerca la tenerezza a basso prezzo, ma desidera avere la qualità e la forza creativa del «ramo tenero», l’evangelista Marco può essere un buon compagno di viaggio e un’ottima guida. La sua sensibilità all’intenerirsi di Gesù Pastore, la preoccupazione costante per l’inconsapevole durezza di cuore dei discepoli, la nitida certezza che soltanto la giusta percezione dei segni dei tempi potrà rendere veramente duttili sono i tre punti cardine di un’attenzione alla tenerezza priva di sbavature e di facili sentimentalismi.
Marco è l’evangelista che più di tutti ha tematizzato il rischio della durezza di cuore e che offre come rimedio la sequela dietro Gesù risorto. Le parole che, al culmine della narrazione di Marco, le donne trasmettono ai discepoli – «Egli vi precede in Galilea. Là lo vedrete, come vi ha detto» – mostrano che la risurrezione è una forza che non solo riguarda la corporeità di Gesù, ma si estende ai discepoli. La rinascita del discepolato avviene perciò nel clima di una rinata circolarità della tenerezza.
Sommario
Presentazione.  I. Prima approssimazione e differenti livelli di tenerezza.  II. La tenerezza è molte cose: voci, approcci e sfumature.  III. La tenerezza nei gesti e nelle parole di Gesù.  IV. La tenerezza di Gesù nell’Ultima cena secondo Marco.  V. Marco e la tenerezza.  VI. Sguardi oltre Marco.
Note sull'autore
Ermenegildo Manicardi, sacerdote della diocesi di Carpi (Modena), è rettore dell’Almo Collegio Capranica e docente di Teologia alla Pontificia Università Gregoriana. È stato preside della Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna. Con EDB ha pubblicato Gesù, la cristologia, le Scritture (2005), Mamma Nina. La santità in una maternità più grande (con Paolo Trionfini 2010) e Le radici bibliche dell'Amoris laetitia (2018).