Le Istituzioni dell’Antico Testamento

Pubblicazione:  28 febbraio 2022
Edizione:  1
Pagine:  300
Peso:  360 (gr)
Collana:  ZERO2 Reprint
Formato:  170x240
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810216347 9788810216347
€ 60,00 € 57,00
Sconto:  5%
Risparmi: € 3,00 ogni copia
Descrizione
Le istituzioni di un popolo sono le forme di vita sociale che esso segue per abitudine, si dà con libera scelta o riceve da un’autorità. Esse sono intimamente legate non solo all’habitat in cui esso vive, ma anche alla sua storia.
Per essere ben comprese, le istituzioni d’Israele devono venir confrontate con quelle dei popoli vicini, soprattutto della Mesopotamia, dell’Egitto e dell’Asia minore, di cui conserviamo una documentazione molto abbondante, ma anche, nonostante la scarsezza della nostra informazione, con quelle dei piccoli Stati della Siria e della Palestina, tra i quali Israele si è conquistato un territorio o che sono sorti nello stesso suo tempo e coi quali ha avuto contatti d’ogni genere.
La presente opera offre soltanto le conclusioni di tutte queste ricerche. A modo d’introduzione e a causa delle loro tenaci sopravvivenze, essa espone innanzitutto i costumi nomadi e l’organizzazione delle tribù. Segue lo studio delle istituzioni familiari, civili e politiche e successivamente quello delle istituzioni militari e religiose.
Il titolo dell’opera limita il suo argomento all’Antico Testamento; se si è citato talvolta il Nuovo, lo si è fatto solo a modo di aggiunta o per chiarimento. Nello studio dell’Antico Testamento stesso, le istituzioni occupano una posizione subordinata e il lettore potrà talvolta sentirsi assai lontano dal messaggio spirituale e dottrinale ch’egli cerca nella Bibbia. Tuttavia lo sfiora sempre e spesso lo tocca immediatamente. I costumi familiari, i riti funebri, lo statuto degli stranieri o degli schiavi, le concezioni sulla persona e sulla funzione del re, i rapporti stabiliti tra la legge, anche profana, e l’Alleanza con Dio, il modo di fare la guerra, tutto ciò porta il riflesso delle idee religiose e queste trovano nel culto e nella liturgia la loro espressione cosciente.

(Dalla Prefazione dell’autore)
Sommario
Prefazione.  I. IL NOMADISMO E LE SUE SOPRAVVIVENZE. Preambolo.  1. L’organizzazione tribale.  2. La legge d’ospitalità e d’asilo.  3. Solidarietà tribale e vendetta del sangue.  4. Sopravvivenze del nomadismo.  5. L’«ideale nomade» dei profeti.  6. I rekabiti.  II. ISTITUZIONI FAMILIARI. 1. La famiglia.  2. Il matrimonio.  3. La situazione della donna. Le vedove.  4. I figli.  5. Successione ed eredità.  6. La morte e i riti funebri.  III. ISTITUZIONI CIVILI. 1. Questioni di demografia.  2. Gli elementi della popolazione libera.  3. Gli schiavi.  4. La concezione dello Stato.  5. La persona del re.  6. La casa del re.  7. I grandi ufficiali del re.  8. L’amministrazione del regno.  9. Finanze e lavori pubblici.  10. Diritto e giustizia.  11. Economia.  12. Divisioni del tempo.  13. Pesi e misure.  IV. ISTITUZIONI MILITARI. 1. Gli eserciti di Israele.  2. Città fortificate e guerra d’assedio.  3. L’armamento.  4. La guerra.  5. La guerra santa.  V. ISTITUZIONI RELIGIOSE. 1. I santuari semitici.  2. I primi santuari d’Israele.  3. Il Tempio di Gerusalemme.  4. La centralizzazione del culto.  5. La funzione sacerdotale.  6. Il levitismo.  7. Sacerdozio di Gerusalemme sotto la monarchia.  8. Il sacerdozio dopo l’esilio.  9. L’altare.  10. Il rituale dei sacrifici.  11. Storia del sacrificio israelitico.  12. Origine del rituale israelitico.  13. Valore religioso del sacrificio.  14. Gli atti secondari del culto.  15. I tempi sacri.  16. Il sabato.  17. Le feste antiche d’Israele.  18. Le feste posteriori.  Bibliografia.  Indice dei nomi e delle materie.  Indice delle citazioni bibliche.
Note sull'autore
Roland de Vaux (1903-1971), biblista, domenicano, direttore della Revue biblique (1938-1953) e dell'École Biblique di Gerusalemme (1945-1965), ha diretto numerose campagne di scavi, tra cui quella a Khirbet Qumrān (1949-1956).