Credere fa bene

Prefazione di Ermes Ronchi

Pubblicazione:  7 ottobre 2013
Edizione:  1
Pagine:  128
Peso:  190 (gr)
Collana:  M3 Fede e annuncio
Formato:  140x215x8 (mm)
Confezione:  Brossura
Prefazione di:  Ermes Ronchi
EAN:  9788810203699 9788810203699
Ultima ristampa:  28 novembre 2016
€ 11,60 € 9,86
Sconto:  15%
Risparmi: € 1,74 ogni copia
Descrizione
Che la si professi o la si neghi, la fede investe l’uomo di molti interrogativi e scelte problematiche. Credere, infatti, è soprattutto affidarsi a qualcuno la cui parola e la cui presenza sembrano dare alla vita un senso o, ancora meglio, proporre una strada da percorrere con fiducia. La fede, che nel rapporto con la libertà, la felicità e la realizzazione di sé non stabilisce sempre e in modo automatico relazioni feconde, può sembrare talvolta una proposta di mortificazione della personalità, una via di rinuncia e di privazione per conquistarsi l’aldilà. Eppure la speranza della vita che supera la morte, non solo non nega, ma rivaluta l’importanza dell’esistenza terrena, la fedeltà alla terra non scalfisce la pregnanza dell’eternità, ma la rende possibile. Gesù, del resto, non ha parlato di vita eterna se non per rispondere a domande di altri e nelle sue risposte pone l’accento su un’esistenza piena e carica di possibilità. Il libro, che nasce dalla riflessione e dall’esperienza pastorale dell’autore, affronta il tema della fede in modo efficace, comprensibile e adatto a tutti.
Note sull'autore
Battista Borsato, presbitero e teologo della diocesi di Vicenza, attualmente è direttore di Casa Mamre, un centro diocesano di educazione all’amore e all’affettività e di consulenza matrimoniale. Condivide il servizio pastorale nell’Unità Pastorale di Schiavon e di Longa (VI). Docente all’Istituto teologico di Monte Berico, è membro della redazione della rivista Matrimonio. Per EDB ha pubblicato di recente: Il sapore della fede. Accendere il desiderio (32012); Un Dio umano. Per un cristianesimo non religioso (52017); Il coraggio di essere felici. Beatitudini per il nostro tempo (2018).