Scintille dantesche

Antologia dai diari. A cura di Anna Maria Chiavacci Leonardi e Francesco Santi

Pubblicazione:  24 maggio 2011
Edizione:  1
Pagine:  400
Peso:  476 (gr)
Collana:  G1 Oggi e domani
Formato:  132x195x25 (mm)
Confezione:  Brossura con bandelle
EAN:  9788810140628 9788810140628
Ultima ristampa:  24 maggio 2011
€ 25,00 € 23,75
Sconto:  5%
Risparmi: € 1,25 ogni copia
Descrizione
L’autore si sentiva vicino a Dante, come francescano e per antica consuetudine personale: circolava infatti la voce che sapesse tutta la Divina Commedia a memoria. «Mai si era trattato per lui di un vezzo intellettuale o di una superficiale ricreazione: padre Allegra sentiva Dante calzante a proposito delle domande che la sua vita poneva, ancora di più in Cina, dove era a diffondere la Parola di Dio, in una parola umana che non l’aveva conosciuta, ma che pure aveva altissima dignità» (dall’Introduzione). Padre Allegra sente Dante rispondente alle domande del proprio cuore e adatto al bisogno spirituale dei popoli che incontra, da missionario. E trova in Dante il tema centrale del mistero della conversione dei pagani. La Roma antica come la Cina: i due grandi imperi che nella storia non erano mai entrati in contatto diventano nei due Diari danteschi, scritti da p. Allegra nel 1965 e nel 1967, l’uno lo specchio dell’altro. Il volume raccoglie una riflessione quotidiana, per lo più di ordine spirituale, partendo da versi della Divina Commedia.
Sommario
Prefazione.  Introduzione. Cronologia essenziale della vita di padre Gabriele M. Allegra.  Nota ai testi.  Bibliografia e sigle utilizzate.  I. IL VII CENTENARIO DELLA NASCITA DI DANTE, 1965.  II. SCINTILLE DANTESCHE, 1967.  Appendice.  Gabriele M. Allegra: Universalità e attualità del messaggio di Dante.  Indice delle citazioni. Indice dei nomi.
Note sull'autore
GABRIELE MARIA ALLEGRA (San Giovanni la Punta [CT] 1907 - Coloane [Macau] 1976), al secolo Giovanni, nel 1923 entra nel convento dei frati minori francescani a San Vito di Bronte (CT). Nel 1931 giunge come missionario in Cina per dirigere il seminario minore di Heng Yang. Nel 1945 inaugura a Hong Kong l’Istituto biblico, di cui sarà prefetto e vice-prefetto. Apre l’Istituto sociologico a Singapore, che dirige dal 1961 al 1963, anno in cui fonda la Società dei buoni scrittori. Tra le sue opere ricordiamo la traduzione della Bibbia (1968) e il Dizionario biblico (1975), entrambe in cinese, oltre a due trattati di dottrina sociale (De doctrina sociali christiana e Tractatus de Ecclesia et de Statu). Dopo l’avvio della sua causa di beatificazione, nel 2002 Giovanni Paolo II decreta il suo primo miracolo.