Un « Giusto fra le Nazioni»: Odoardo Focherini (1907-1944)

Dall'Azione Cattolica ai Lager nazisti

Pubblicazione:  23 gennaio 2012
Edizione:  1
Pagine:  192
Peso:  251 (gr)
Collana:  G2 Fede e storia
Formato:  140x210x13 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810104873 9788810104873
Ultima ristampa:  6 maggio 2013
€ 17,50 € 14,88
Sconto:  15%
Risparmi: € 2,62 ogni copia
Descrizione
Odoardo Focherini (Carpi [MO] 1907 - Hersbruck [Germania] 1944) nel 1969 è stato proclamato «Giusto fra le Nazioni», per aver salvato decine di ebrei tra il 1943 e il 1944 e aver pagato tale comportamento con la sua stessa vita. Scoperto e incarcerato, fu infatti deportato in Germania, trovando la morte nel Lager di Hersbruck, dove venne assistito da un altro martire della Resistenza cattolica italiana, Teresio Olivelli. Il volume costituisce la prima biografia completa sulla sua figura, condotta con criteri scientifici e fondata su moltissimi documenti custoditi dalla famiglia e in archivi pubblici e privati. Ne esce il ritratto di un uomo del tutto «normale», almeno per quei tempi: un padre costretto a molteplici lavori per mantenere la famiglia numerosa, tra cui quello di amministratore del giornale Avvenire d’Italia, un dirigente locale dell’Azione Cattolica (a Carpi), un cristiano fedele alla sua Chiesa. Nella vita di Focherini c’è tutto questo, ma nessun fatto eclatante: un uomo come tanti altri. Ma, al momento opportuno, quest’uomo «normale» seppe compiere gesti straordinari e mise in piedi un’efficiente rete di salvataggio per decine di ebrei disperati. Di più: seppe infondere loro coraggio, offrire spazi di umanità e persino di buon umore. Odoardo Focherini è dunque uno degli eroi italiani del XX secolo e la sua figura merita di essere ampiamente conosciuta a livello nazionale.
Sommario
Introduzione.  I. GLI ANNI DELLA FORMAZIONE. 1. Bambino nella Carpi di inizio ‘900.  2. Primi impegni in Azione Cattolica.  3. Scelte di vita.  II. GLI ANNI DELLA MATURITÀ. 1. Famiglia e vita professionale.  2. Nel travaglio dell’Azione Cattolica giovanile.  3. Nell’Azione Cattolica «adulta».  4. A L’Avvenire d’Italia: un nuovo lavoro.  III. GLI ANNI DELLA GUERRA E L’AIUTO AGLI EBREI. 1. Gli anni della guerra, 1940-1943.  2. L’aiuto agli ebrei.  3. L’arresto a Modena e il carcere a Bologna.  IV. PRIGIONIERO E DEPORTATO. 1. A due passi da casa: il campo di Fossoli.  2. L’anticamera della Germania: Bolzano.  3. Intermezzo a Flossenbürg.  4. Vivere e morire a Hersbruck.  CONCLUSIONE. LA MEMORIA DEL SACRIFICIO.  Indice dei nomi.
Note sull'autore
GIORGIO VECCHIO è professore ordinario di storia contemporanea presso l’Università degli Studi di Parma. Nei suoi studi si è occupato di storia del movimento cattolico italiano ed europeo, dei movimenti pacifisti, della politica e della società italiana, di storia della famiglia, della persecuzione antiebraica e della società italiana nella II guerra mondiale. Tra i suoi interessi anche quello per la storia della bandiera nazionale italiana. È presidente del comitato scientifico della Fondazione Don Primo Mazzolari di Bozzolo. Per le EDB ha curato l’edizione critica dei volumi di P. Mazzolari, Il compagno Cristo (42008) e Impegno con Cristo (22011).Collegamenti al webRadio Vaticana 105 live - 15 giugno 2013 (a cura di Fabio Colagrande): http://it.radiovaticana.va/news/2013/06/15/e_beato,_il_giusto_tra_le_nazioni,_odoardo_focherini/105-701886