La Gioia della normalità

In memoria di Odoardo Focherini

Pubblicazione:  settembre 2021
Edizione:  1
Pagine:  96
Peso:  115 (gr)
Collana:  G2 Fede e storia
Formato:  140x210
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810102220 9788810102220
€ 10,00

non acquistabile
Descrizione
Il volume raccoglie una serie di contributi che mettono a confronto con l'oggi i temi che furono propri del beato Odoardo Focherini, martire della fraternità e della speranza, deportato nel campo di concentramento di Flossenbürg e morto, a 37 anni, nel sottocampo di Hersbruck. Giovane carpigiano di famiglia trentina, primo giornalista a essere beatificato dalla Chiesa cattolica, negli anni del fascismo e della seconda guerra mondiale si impegnò attivamente per mettere in salvo molti ebrei.
La straordinarietà del suo esempio risiede nel fatto che egli non fu né un teologo, né un eroe predestinato al gesto esemplare, ma un cristiano comune che imparò a credere nel Vangelo come un laico autentico. Dai vari interventi emerge con chiarezza l'attualità della sua figura, capace di aprirsi all'altro, opporsi all'antisemitismo, scegliere di non omologarsi alla cultura dominante.
Sommario
Prefazione. Focherini, o la gioia della normalità (B. Salvarani).  Odoardo l’ha fatto e tu cosa potresti fare? Un bilancio delle celebrazioni promosse dal Gruppo di lavoro per il beato Focherini (E. Manicardi – L. Lamma).  Le parole di Odoardo (E. Castellucci).  LA VITA SI FA STORIA. Seminario organizzato dalla diocesi di Carpi (31 ottobre 2020). Intervento di saluto (G. Rossi).  Martiri in amorem humanitatis (G. Dotti).  I giusti tra storia e memoria (M. Santerini).  Odoardo Focherini e la stampa cattolica tra le due guerre mondiali (G. Vecchio).  Giornalista libero, fedele alla coscienza. Odoardo Focherini ci ispira ancora adesso (A. Rondoni).  Il dovere della memoria: il giornalismo nel tempo dell’hate speech (incitamento all’odio) (R. Righetti).  La narrazione della memoria, dalla Bibbia ai social (B. Salvarani).
Note sull'autore
Brunetto Salvarani, teologo, giornalista, scrittore e conduttore radiofonico, dirige la rivista Qol. Docente di Missiologia e Teologia del dialogo alla Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna e negli Istituti di Scienze religiose di Modena, Bologna e Rimini, fa parte della redazione della trasmissione RAI 2 Protestantesimo ed è presidente dell’Associazione degli Amici di Nevè Shalom – Waahat as-Salaam. È fra i conduttori della trasmissione radiofonica di Radio 3 Rai Uomini e Profeti. Tra le sue pubblicazioni recenti: Teologia per tempi incerti (Laterza 2018), De André. La buona novella (Terra Santa 2019, con Odoardo Semellini) e Dopo. Le religioni e l’aldilà (Laterza 2020).