Ritrovare se stessi

L'esodo di Abramo

Pubblicazione:  2 maggio 2018
Edizione:  1
Pagine:  80
Peso:  104 (gr)
Collana:  S13 Sentieri
Formato:  120x190x6 (mm)
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810571286 9788810571286
€ 7,50 € 6,38
Sconto:  15%
Risparmi: € 1,12 ogni copia
Descrizione
Con Abramo, Dio riprende la storia della salvezza dopo la tragica dispersione di Babele. Il primo grande patriarca diviene così l’archetipo dell’uomo chiamato a ritrovare se stesso. Ciò richiede però un lungo cammino, che porta anzitutto alla scoperta di sé, della propria identità vocazionale, di chi ci è prossimo e, non da ultimo, di Dio, nel quale si scopre il senso dei giorni e delle opere.
Abramo, per ritrovarsi, dovrà lasciare la sua terra, i suoi beni e i suoi legami familiari; dovrà lasciare – in una parola – ogni sicurezza. Ma questa rinuncia aprirà per lui un cammino di fecondità insperata. Egli diverrà infatti una «benedizione» per tutte le genti. L’esodo proposto al patriarca è perciò un invito a crescere verso il compimento di sé secondo il disegno di Dio. Il cammino di Abramo – paradigmatico per ogni credente – diviene così la sfida che Dio ripropone continuamente a ogni uomo affinché divenga soggetto responsabile della propria storia.
Sommario
Introduzione.  I. Gli inizi. Gen 12,1-3.  II. Nella terra di Canaan. Gen 12,4-20.  III. Il primato della fraternità. Gen 13,1-18.  IV. La generosità fraterna. Gen 14,1-24.  V. La notte di Abramo e il giuramento di Dio. Gen 15,1-20.  VI. Il Dio che ascolta. Gen 16,1-16.  VII. L’alleanza nella carne. Gen 17,1-27.  VIII. Dio, Abramo e Sodoma. Gen 18,1-33.  IX. Il di più di misericordia. Gen 20,1-18.  X. Abramo e la sua discendenza. Gen 21,1–22,19.
Note sull'autore
Sandro Carotta è monaco benedettino dell’abbazia di Praglia (Padova). Ha pubblicato di recente Bere al pozzo delle Scritture. Breve guida alla Lectio divina (Messaggero 2008), Vogliamo vedere Gesù (Edizioni Scritti Monastici 2012) e Invito al silenzio (San Paolo 2013). Per EDB ha scritto Sequela. Quattordici volti biblici (con Manuela Cavrini 2015) e Il libro degli affetti. Per un Salterio pregato (2017).