Cinque parole della scienza

Memoria e previsione, dato e informazione, tempo

Pubblicazione:  dicembre 2021
Edizione:  1
Pagine:  258
Peso:  309 (gr)
Collana:  B4 Teologia viva
Formato:  140x210
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810413180 9788810413180

non acquistabile
Descrizione
Per impostare in modo proficuo un dialogo interdisciplinare è bene essere avvertiti di come le stesse parole vengano utilizzate con significati diversi in contesti diversi. Il volume raccoglie articoli elaborati da studiosi che chiariscono, ciascuno nel proprio ambito di competenza (scientifico, filosofico, teologico), il senso di alcune parole – memoria e previsione, dato e informazione, tempo –, che sono legate tra loro dall’idea di uno sviluppo temporale proprio dell’attività scientifica. La scienza procede infatti dalla memoria dell’accaduto (almeno parziale) alla previsione del futuro (in forma di tentativo), dall’accumulo di dati all’estrazione di informazioni. Una scelta di cinque parole che risulta certo particolare, ma per nulla disorganica. Gli autori sono membri e amici dell’associazione Nuovo SEFIR (Scienza e fede sull’interpretazione del reale).
Note sull'autore
Marco Bernardoni, religioso dehoniano, dopo la laurea in Ingegneria delle telecomunicazioni ha perfezionato gli studi teologici con un master universitario sui rapporti tra teologia e pensiero scientifico all’Istituto universitario «Sophia» di Incisa-Figline Valdarno (FI) e una licenza in Teologia dogmatica alla Facoltà teologica dell’Italia centrale di Firenze. Fa parte della redazione delle Edizioni Dehoniane Bologna e della rivista online Settimana News. È autore del saggio Scenari dalla fine del mondo. Teologia e scienza nell’opera di Robert John Russell (EDB 2021). Per Città Nuova ha curato, con Sergio Rondinara, gli ebook della collana «Parole della scienza»: Teorie e modelli (2015); Continuo e discreto (2016); Forma e materia (2017).