Lettura delle icone (La)

Introduzione storico-teologica all'icona della Natività. A cura di Giancarlo Pellegrini

Pubblicazione:  1 gennaio 2000
Edizione:  1
Pagine:  192
Peso:  262 (gr)
Collana:  B4 Teologia viva
Confezione:  Brossura
EAN:  9788810409480 9788810409480
Ultima ristampa:  1 novembre 2000
€ 25,00 € 21,25
Sconto:  15%
Risparmi: € 3,75 ogni copia
Descrizione
Un vero trattato di «teologia dell’incarnazione» condotto attraverso la prospettiva dell’arte, in specifico dell’iconografia sulla Natività. Ne emerge una tesi originale e suggestiva: esiste un rapporto vitale il polo teologico dell’incarnazione e il polo artistico dell’iconografia. L’icona della Natività è infatti una delle più antiche illustrazioni di feste cristiane e nel corso dei secoli ha subito notevoli trasformazioni in relazione agli sviluppi dogmatici. L’autore segue il filo dell’arte sacra cristiana lungo il suo sviluppo, cominciando dalle sue forme più primitive fino al suo pieno splendore iconografico. Egli giunge quindi a concludere che l’icona della Natività rappresenta davvero la «sintesi di tutta l’incarnazione» e del suo dogma. Nonostante il tema teologico e impegnativo il testo coniuga molto bene il rigore dei contenuti con una grande leggibilità. È inoltre corredato di otto tavole fuori testo.
Note sull'autore
Padre GEORGES DROBOT è nato nel 1925 a Harkov, in Ucraina. Dopo la deportazione in Germania, comincia la vita dell’esule a Roma, dove viene iniziato all’iconografia dal maestro Sofronov, e avvia lo studio dell’arte bizantina. Trasferitosi a Parigi, diviene sacerdote ortodosso, completa i suoi studi teologici all’Institut de théologie orthodoxe Saint-Serge e, con piena aderenza al suo spirito ecumenico, consegue il dottorato in teologia presso l’Institut catholique, avendo come maestri p. Daniélou e p. Kannengiesser. La sua tesi sull’icona della Natività, un unicum dal punto di vista iconografico, si incentra sull’approfondimento del dogma, così come è per tutte le sue pubblicazioni affidate a riviste specializzate o per tutte le conferenze cui è chiamato anche fuori dei confini dell’Europa. Inesauribile la sua produzione artistica, non quantificabile il numero dei corsi in cui si è speso in tanti anni di attività e delle esposizioni, cui sovente associa i suoi allievi di ogni nazione, teso com’è alla più ampia diffusione del culto dell’icona.GIANCARLO PELLEGRINI (1957), diplomato in pittura e laureato in storia orientale; è allievo di p. Drobot. Docente di storia dell’arte nei licei, di recente ha lasciato l’insegnamento per dedicarsi a tempo pieno all’iconografia. Tiene un corso di iconografia cristiana presso lo Studio teologico francescano (BO) e corsi teorico-pratici di iconografia in varie città oltre che a Bologna, dove ha uno studio di produzioni iconografiche nella settecentesca chiesa di S. Maria Labarum Coeli. Ha pubblicato «Il tuo volto, Signore, io cerco». L’icona: il rinvenimento della presenza, Reggio Emilia 1995.